• Angel

Angel

  • Ciao, Non dare i tuoi dati personali! Forse quel link è scaduto, non conosco bene quei siti ma sicuramente se cerchi su google troverai un altro sito che ti farà guardare il film senza richiederti di registrarti.

  • Ciao Antonella 🙂 probabilmente si, perchè il sito è in continuo aggiornamento e i documenti pure. Buona giornata!

  • Ahahahah vabbè figurati, è normale che la pensavi così dato che non conoscevi ancora le tecniche 🙂

  • Senza energia, che si accumula durante la meditazione, non riusciresti a creare una protezione ben solida che ti protegga ma rimarresti semplicemente nell’immaginazione; ecco perchè insegno prima a prendere energia e solo dopo come usarla. 🙂

  • No, quello che ti è successo è dovuto allo sforzo fisico eccessivo, può capitare anche mentre si sta svenendo, ma è ben diverso dal vedere l’energia 🙂

  • Certo quella è l’incoscienza che ci supplica di rimanere incoscienti, quindi pur pensando “adesso vorrei meditare” o “adesso vorrei respirare prana” subito dopo si attiverà l’incoscienza che dirà “vabbè posso farlo dopo o domani, non è davvero così necessario farlo ora!” e dobbiamo prestare attenzione a questo meccanismo, perchè non c’è bisogno…[Leggi tutto]

  • Grazie dei complimenti 🙂 sempre molto apprezzati!
    Sono felice che ci hai trovato, avremo modo di conoscerci meglio. Buon Risveglio!

  • Angel ha pubblicato un nuovo commento all’attività 3 mesi, 3 settimane fa

    Lui era un genio, lo è ancora.. ho compreso molto dai suoi iscritti, per me è spiritualità camuffata da poesia. Grazie per averlo condiviso 🙂

  • Sono già presenti all’interno degli articoli 🙂

  • Dall’esterno sembra molto semplice il lavoro dello staff, ma dentro c’è un immenso lavoro 🙂

  • Angel ha commentato l’articolo, 00 – Introduzione Step 1 4 mesi fa

    Ciao Giuseppe 🙂 puoi spulciare un pò il sito di qua e di là per comprendere un pò meglio di cosa ci occupiamo, poi leggere gli articoli in ordine del 1 step 🙂

  • Ciao 🙂 per acquistarlo puoi rivolgerti direttamente a noi, via email: libri@accademiadicoscienzadimensionale.it

  • Ciao Gaetano grazie dei complimenti 🙂 mi fanno tanto piacere!!!

  •  

    Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui
    Pagina 1 su 6

    Ho impiegato diversi anni a scoprire il vero significato di questo termine: prendere coscienza. O […]

    • Verissimo Angel ricordo di aver letto questo doc agli inizi è messo in atto quanto da te scritto, riesco diverse volte nell’arco di una giornata a respirare prana in modo cosciente per strada,in negozi e su mezzi pubblici anzi dirò di più mi guardo la mano che è su un punto di appoggio nel bus per non perdere l’equilibrio e la apro e chiudo come esercizio di presa di coscienza lo lessi tanto tempo fa in un doc e…. non finisce qui😀scruto le persone mi guardo intorno è noto che la gente dorme da tutto in modo meccanico. Ovviamente questo è credo il primo gradino ne ho di strada da fare. Consiglio veramente di fare propri questi consigli man mano diventa sempre più facile ricordare. Grazie sempre Angel per i tuoi insegnamenti.

    • Mi è piaciuto molto l’esempio delle montagne russe, è vero in quel momento hai nell’attesa solo il momento presente e il tempo sembra fermarsi! Se tutta la giornata fosse così credo mi sentirei più viva e pena di forza!
      Anche l’esempio delle scale e molto interessante e incoraggiante..

    • Siiiii Facciamolo ! Molto interessante!

    • Grazie Angel, è proprio di questo che abbiamo bisogno per muovere i primi passi per liberarci dall’angoscia del tempo e stare fermi nel presente. Un abbraccio 🙂

    • “..nessun angelo e nessun dio può svolgere questo compito per noi..”

      è l’unica via possibile..
      Grazie Angel

    • E’ molto interessante ciò che ho letto e voglio mettermi alla prova se sarò in grado di respirare”!prana” tre volte al giorno o nei momenti più difficili e tristi. Generalmente sono tenace e attenta, ma vsono curiosa di sperimentarmi nel ricordarmi di respirare “prana”, “prana”, “prana”. Con affetto. Ellera

    • Wonderful Doc! Ho notato quest’anno che prima d’un periodo di forte incoscienza sognavo proprio varie volte di non riuscire a tenere gli occhi aperti!! Non so se era un messaggio generale di prendere coscienza ma credo più nell’avvertimento che da capra 😛 al solito non coglievo al volo x aumentare la vigilanza. …tutto serve, in fondo. Prendere coscienza è uno sforzo sovraumano x noi proprio perché fondamentalmente sembra di andare contro se stessi ma come dici tu al 20piano potremmo scoprire invece che ci stavamo andando incontro. Hai ripreso coi Doc e al solito è sorprendente come sembra alcune riflessioni e deduzioni che ho recentemente siano contemporanee a quello che trovo scritto. Mi risolleva anche questo.. la strada è ancora all’inizio ma il sentiero almeno è giusto, la nebbia Step by Step ^^ Sì dirada. C’è un episodio successo anni fa, ancora non conoscevo acd etc, ma tuttora è un ricordo molto vivido perché mi ..non so come dire incuriosì. A volte ripensandoci mi chiedevo se magari avessi avuto come un attimo cosciente, leggendo ora il dic forse è così. . Anche se non son sicura del motivo. In pratica essendo abituata a girare sola può capitarmi a volte qualche provolone 😛 specie se vado al mare. Successe una volta che un ragazzo mi aveva notato ma io ovviamente non me ne ero accorta nel frangente. Quando feci x andarmene lo vidi avanzare verso me ma era una delle tante persone che erano al mare, che passeggiavano x me. Dal momento però che andai a sciacquarmi sotto la doccia e poi mi apprestai a fare un sentiero di pineta verso la macchina tutto cambiò. Tutto era vividissimo il tempo era come sospeso potevo sentire anche il caldo estivo diversamente come se lo vedessi cioè non so descriverlo ma la cosa sensazionale era questa atmosfera come congelata. Il ragazzo in pratica mi aveva pedinata fino all auto non avendo suppongo avuto coraggio di parlarmi in spiaggia. . Cosa che m infastidi. . “Purtroppo” ma poi collegando il tutto.. in pratica sapevo sentivo inconsciamente d essere seguita ed evidentemente questo stato d allerta istintivo mi ha portato x quel lasso di tempo ad prendere coscienza, direi a questo punto.. se non dico baggianate lol grazie x i doc

    • Sono pienamente d’accordo. …il respiro cosciente di energia è la soluzione migliore a tutte le vibrazioni negative…..

    • Effettivamente io prima respiravo prana forse non tutti i giorni in fondo sono pochi minuti che si può fare in qualsiasi occasione grazie di questa lezione Angel

    • Gli esercizi di ricordo del Se sono fondamentali, non sono difficili di per se, ma come dici tu il difficile è ricordarsene! Ma ogni volta che ci si ricorda di esserci è un passo in avanti verso la meta. Documento estremamente importante per chiunque voglia accorgersi dello stato di Sonno in cui viviamo normalmente. Crediamo di esserci svegliati solo perchè stamattina abbiamo aperto gli occhi… peccato che spesso si sogni di svegliarsi, prepararsi per uscire di casa e andare persino a lavorare, mentre si sta ancora ronfando… e se fosse la stessa cosa anche durante quella che definiamo veglia? Cosa ci rende più svegli ora, rispetto al sogno di stanotte? Solo col ricordo di se ci si accorge di quanto tempo si passi dormendo anche da svegli… il più grande nemico per il nostro risveglio è il nostro essere meccanici, siamo noi stessi.

    • Ciao è proprio vero il respiro è importantissimo e a me calma l’agitazione.

    • Straordinario articolo, bisognerebbe farne una sintesi di 4 righe e metterlo in testa o in calce a tutti gli altri documenti, proprio perché stranamente come dice Angel c’è il grosso rischio di dimenticarsi troppo spesso di una cosa così importante.

    • Respirare prana è un vero toccasana. L’ho provato in momenti di rabbia e mi ha calmata. L’ho provato mentre correvo e non trovavo il fiato …e l’ho trovato. Dopo aver riletto ancora una volta questo documento fondamentale, ieri mi sono ricordata quasi tutto il giorno di respirare prana, ero a casa e quindi mi ci sono impegnata. Risultato? meditazioni bellissime,tonale alto e mille cose fatte tutto il giorno senza provare mai stanchezza,nemmeno a sera. Addirittura facevo fatica ad addormentarmi. allora dovendomi svegliare presto stamattina per meditare,ho fatto una bolla con l’intento di dormire bene e di svegliarmi lucida stamattina,in modo da fare una buona meditazione. Ha funzionato ancora!!! Magica magica prana.. e magica Angel.

    • Ciao, faccio spesso la tecnica del respirare prana! Ultimamente mi è più facile perché associo il respirare prana a cose comuni per ricordare ad esempio ogni volta che vedo zanzare e mosche o quando vedo situazioni negative! Il tonale losento ppiù forte per non parlare delle protezioni che mi hanno sbalordito sugli effetti che provocano e lì capisci che Dio esiste e che quello che fai non è invano!!!

    • Esercizio tanto facile quanto difficile (da ricordare). Di solito mi ricordo di respirare prana durante lo sport per evitare di affaticarmi troppo, e anche quando lavoro nei momenti di tranquillità. Personalmente mi risulta difficile farlo quando sono arrabbiata o triste, ma da oggi mi impegnerò a esserne più cosciente, anche perchè è proprio in quei momenti e in quelle situazioni infelici che ci serve di più la prana bianca, per aiutarci a venirne fuori.

    • Grazie Angel bellissimo doc. Prima di conoscere ACD avevo già incontrato degli esercizi da fare sull’essere presenti e ricordarsi di sè e ogni tanto, quando mi ricordavo, lo facevo. Ora però è molto più completo perchè la prana aggiunge quello che mancava per essere perfetto come esercizio. Noto che ormai dopo un’anno e mezzo da quando ho iniziato a praticare ora lo faccio molto più spesso e mi viene in mente molto di più durante la giornata respiro molta prana anche se ancora ho parecchio da lavorare.

    • Ultimamente sto riuscendo per ore intere a respirare prana, capita che me ne scordo per qualche minuto, ma poi me lo ricordo e continuo… e questo mi porta grandissimi miglioramenti sia nella memoria, sia nella concentrazione che nelle tecniche, per non parlare di quanto capisco le influenze anche nelle cose più banali. E’ veramente un passaggio bellissimo e fondamentale ^_^. Ora non potrei più vivere le giornate senza respirare prana più che posso!

    • ile376 ha risposto 5 mesi fa

      Grazie del doc e del consiglio..vedrò di metterlo in pratica sempre più spesso..mi accorgo certi giorni che facendo cose low molto meccaniche verso sera mi sento più stanca e mi viene spesso un cerchio alla testa..se invece mi ricordo di respirare prana durante la giornata o anche solo di prendere coscienza di compiere qualche atto,oppure di fermarmi a contemplare la bellezza della natura che ci circonda la sera non mi viene neanche voglia di andare a dormire e la mattina dopo mi sento più energica..farò sempre di più!

      • Magic Max ha risposto 3 mesi fa

        Anche io ho notato la stessa cosa. Quindi nutriamoci sempre più spesso di prana

    • Simone ha risposto 5 mesi fa

      Questo documento capita a pennello con il periodo che sto passando.. Il lavoro si è fatto avanti e mi porta via la maggior parte della giornata. Grazie di tutto ciò Angel, mi stai insegnando a rimanere cosciente anche sul posto di lavoro, respirare, respirare e.. RESPIRARE.

    • rod ha risposto 5 mesi fa

      Un passo fondamentale per la nostra crescita, sono qui per imparare e cercherò di mettercela tutta per essere più cosciente, grazie Angel 🙂

    • Roberto ha risposto 5 mesi fa

      Questo è un ottimo esercizio per prendere coscienza 🙂 , perché ti fa capire che la realtà è un’altra e non quella che vediamo che è solo un’illusione.

    • _ilary_ ha risposto 5 mesi fa

      Oltre al respirare prana mi son appena ricordata una specie di esercizio che inconsciamente facevo già da tempo… non so se serve allo scopo però. Praticamente in qualunque posto io fossi (in ufficio, a casa in una determinata stanza, in una sala X insomma) mi concentravo sul vedere questo spazio chiuso come fosse piccolo in realtà, come se fosse una stanza di una casa del gioco The Sims. Mi spiace che non so spiegarlo assolutamente come vorrei, ma mi sono accorta che casa mia, per esempio, la vedevo enorme, entravo in una stanza e percepivo spazi enormi anche se misurava 2 metri x 2; guardandola da un’altra prospettiva invece ho notato che in realtà sono solo piccoli cubi che in qualche modo vengono distorti per essere percepiti più grandi. Il mio bagno… 1x3m…strettissimo…e lo vedo grande.
      Non so, magari sbaglio io ed è tutta una mia impressione distorta, ma quando faccio questo esercizietto mi rendo um po’ più conto delle effettive dimensioni di ciò che mi circonda, e non come se fosse un’illusione.

    • Sempre di più mi accorgo di quanto sia importante rimanere coscienti, ho potuto notare come la cosa infatti si rifersi sulle diverse tecniche rendendole più efficaci, e di come incidi sulla consapevolezza di sé e di ciò che ci circonda, che si approfondiscono man mano che si pratica questa tecnica costantemente (o almeno il più spesso possibile), scoprendo che esistono stadi di coscienza sempre più profondi che sfociano in riflessioni interessanti. Non c’è limite in questo ed è fantastico. Ho notato che la cosa si riversa anche fisicamente sulla vista, o almeno su di me ho provato questo effetto. Nei momenti in cui cerco di focalizzarmi nel qui e ora ho notato come se la vista fosse più limpida, come se ci vedessi meglio. E’ come se nell’incoscienza oltre che ad avere la coscienza addormentata avessimo un velo davanti agli occhi che ci impedisce di vedere bene le cose, fino a farci vedere i colori più smorti e sfocati.

    • Grazie in ogni momento in cui ho bisogno mi aiuti grazie veramente

    • Caspita è vero! Purtroppo tendo a dimenticarmene ma quando respiro Prana durante la routine mi sento subito meglio 🙂

    • Rincuorato per leggere il testo. Molto bene.

    • Pratico già questo tipo di esercizi (anche se a dire il vero non proprio ogni santo giorno), so bene quanto è duro essere costanti nel praticarli, e di quanto ce ne si può dimenticare o rimandarli a dopo, per poi non farli.
      Io quando mi viene in mente di farli, mi aiuto visualizzando un sergente che mi urla in faccia di farli subito, prima che mi dimentico di farli o che li rimandi.
      Così, spesso, anche se non sempre, mi ricordo di farli.
      Farò così anche con questo esercizio.

    • Un articolo straordinario, ammetto che sottovalutai i primi tempi questa tecnica del respirare prana, mi sembrava poco efficace così iniziai ad assorbirla da intorno a me ma con scarsi risultati, l’ho ripresa adesso ed ho capito quanto riesca effettivamente a rendere la vita low molto meno low, rendendo più facile tutto, anche le tecniche che si fanno quando non si sta seduti in mezzo loto, tendo a cercare di farla soprattutto in momenti intensi o di stress fisico come in allenamento, perchè la rende molto più efficace poi, durante ad esempio il semplice passeggiare e le sensorie sono ben più attive di quando non lo si fa… impagabile

    • Riletto e GRAZIE <3

    • Darkqueen ha risposto 3 mesi fa

      Respiravo prana ancora prima di scoprire che servisse ahaha.
      Comunque rimanere coscienti è davvero difficile!

    • Doc al dir poco spettacolare!!! Quanto è vero quello che dici sul “senso di rifiuto”, come se la mente ti dicesse ‘” sei nel low in questo momento non puoi essere anche cosciente!” È verissimo, ed é lì che ti accorgi allora se sei cosciente o meno… grazie.

    • Grazie Angel. Sembra facile di ricordarsi, ma sono sicura che non è affatto.

    • Grazie del consiglio !!!

    • Non so a voi, ma a me alle volte capita anche che “inconsciamente” voglio dimenticare di respirare prana, non so è come se facessi finta di dimenticarlo ma sotto sotto so che non è così. Quanto è subdolo il nostro cervello! Quindi, come dicesti in un altro articolo, bisogna allenarsi proprio sui punti deboli!

      • Certo quella è l’incoscienza che ci supplica di rimanere incoscienti, quindi pur pensando “adesso vorrei meditare” o “adesso vorrei respirare prana” subito dopo si attiverà l’incoscienza che dirà “vabbè posso farlo dopo o domani, non è davvero così necessario farlo ora!” e dobbiamo prestare attenzione a questo meccanismo, perchè non c’è bisogno di meditare 30 volte o respirare prana 9 ore al giorno, bastano pochi minuti, ma il low non vuole che pratichi nemmeno per quei minuti, quindi chiediamoci perchè è così accanito. Che pochi minuti possano riuscire a fare la differenza?

    • Essere cosciente mi sto accorgendo che comunque è dura ma non impossibile… mi sto accorgendo soprattutto quando sono a scuola che se non mi esercito ad essere cosciente divento di pessimo umore dovuto alla svogliatezza che i ragazzi hanno (e ho aha) di andare a scuola… per completare il brodo in modo più succulento mi ritrovo con compagni di banco abbastanza negativi sempre arrabbiati e noto che quando mi parlano di un prof cercano di farmi cambiare opinione in negativo su un prof che a me sta simpatico e che non ha mai fatto nulla di male… poi nella mia classe ho la fortuna di avere un’ amica studentessa di ACD e molte volte mi sono venuti complessi di inferiorità pensando “lei è più brava di me, si impegna di più” ora ho capito che lei mi ha aiutata davvero tanto in passato e che fino a poco fa inconsciamente pretendevo che lei continuasse a farlo… ma Riflettendoci non è lei che mi farà evolvere ok mi potrebbe aiutare ma sono io quella che deve far evolvere se stessa e usavo/uso come scusa quella dell’ essere pigra… penso che questa sia una bella presa di coscienza di una manipolazione così stupida eppure che fa cadere … ovviamente non voglio abbassare ma anzi incoraggiare me stessa e gli altri perchè no a concentrarsi molto su questa tecnica che insieme alle altre è fondamentale per la nostra evoluzione… ringrazio Angel per la grandissima pazienza che ha per la sua positività e per il suo amore che prova per noi anche mentre ci rimprovera … non devo demordere perchè so che questo cammino può portare a grandi frutti e a un grande benessere spirituale grazie a tutti 🙂

    • Eleonora ha risposto 2 mesi fa

      E’ proprio vero, e l’ho sperimentato anche io sulla mia pelle. Basta respirare energia che già cambiano le cose, migliorano le nostre giornate e gli avvenimenti negativi che potevano verificarsi alla fine non avvengono. Essere coscienti protegge da tante situazioni negative.

    • Gollorwaa ha risposto 2 mesi fa

      “Essere coscienti significa mettere una guardia di sicurezza a controllare le nostre porte continuamente”
      Grazie Angel

    • Leggendo questo documento è come se lo leggessi la prima volta…mi ricordavo tutt’altro, veramente…forse è stato aggiornato recentemente, ma su tutto? Possibile l’abbia totalmente scordato, anche se non ha molto che l’ho letto? o.o E’ incredibile quanto sia davvero azzeccato con quello che dovremmo fare per renderci conto di essere incoscienti e con il fatto di essere come in una gabbia, soprattutto parlo personalmente. Grazie Angel!

    • Marcello ha risposto 1 mese fa

      Ottimo documento. E il consiglio di respirare prana anche fuori dalla meditazione può fare la differenza. Grazie Angel!

    • Roberto ha risposto 1 mese fa

      Semplici azioni possono cambiare l’intera giornata e anche l’intera vita di una persona. È davvero incredibile, una volta che inizi a prendere coscienza per davvero senti che non puoi più farne a meno perché ti attirerà sempre di più quella voglia di rimanere e alzare quello stato mentale, di benessere che si è provato. Grazie mille per queste spiegazioni, molto utili ed efficaci grazie anche alle metafore, una cosa che mi piace molto perché aiuta davvero il senso delle cose che in un primo momento non si riescono a comprendere. Per questo motivo è anche bene ripassare i documenti, perché ognuno di esso contribuisce e ci aiuta a rimanere coscienti, ci permettono di alzare il nostro livello di coscienza.

    • Ogni volta che leggo una lezione ho come la sensazione che sia messa lì per me. Anche in questo caso mi ci sono ritrovata. Cosa ferma ogni volta la mia evoluzione? Io mi dico che la causa è il lavoro, la famiglia, i mille impegni…l’unico motivo è la mia pigrizia. Mi fermo davanti alla mia pigrizia che mi abbindola con pensieri gratificanti…mi ammalia con il suo falso senso di potezione…se mi spingo un pò più in là forse rischio di morire..chissà cosa mi può succedere…e resto ferma. E cosi scivolo giù dai gradini ruzzolando nell’incoscienza. Guardo la scala e poi non salgo perchè mi sono persa dentro mille pensieri…ma questa volta ci riprovo. È vero…ogni volta è più facile tornare al primo piano…a volte hai delle intuizioni e comprendi che salire quelle scale è l’unica via. Forse davvero la più difficile che un essere umano è chiamato a salire…

    • Grazie. :*

    • Trovo che questo doc sia fantastico. Ora come ora non posso neanche immaginare cosa si provi durante una presa di coscienza per come la intendi tu ma leggendo ho capito quanto sia importante aspirare a raggiungere un ottimo livello di coscienza. Cercherò applicare questa tecnica quanto più possibile durante il giorno, grazie!

  • Ciao Ellera, questo non è un problema, potrai comunque leggere gli articoli inseriti nel sito, dato che ogni lezione poi verrà inserita come documento. Buona permanenza 🙂

  • Se trovate errori, contattateci subito per riferirceli, abbiamo ancora qualche ora di tempo per correggerli.

  • Ciao Davide 🙂 grazie mille per i complimenti, mi fa tanto piacere!

  • Carica di più